Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


  DeliverUnion


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Appuntamenti
Appuntamenti
Contro una montatura infamante e una informazione deformante

Dopo aver tentato in tutti modi di fermare le lotte crescenti dei facchini nella logistica, con licenziamenti, denunce, “fogli di via”, cariche della polizia, aggressioni mafiose il padronato ricorre ai rimedi estremi della montatura poliziesca e della calunnia.

Arrestando Aldo Milani, segretario del Si Cobas, a seguito di una trattativa con l’azienda Levoni, settore della macellazione e distribuzione di carni a Modena che ha licenziato 52 dipendenti per le lotte rivendicative, con l’accusa infamante di aver accettato denaro per ridurre la conflittualità del sindacato, si vuol gettare discredito su tutte quelle lotte conflittuali che sfuggono al controllo dei sindacati di regime quali Cgil, Cisl, Uil.

Già nella udienza preliminare la montatura in atto si sta rapidamente sgretolando.

Gravissima la responsabilità della comunicazione che da subito nei principali telegiornali e organi di stampa hanno dato gran voce alle veline accusatorie della polizia, mentre continuano un silenzio assordante su tutti quei soprusi padronali e polizieschi qui sopra evidenziati, in particolare contro una categoria di lavoratori del settore, in gran parte immigrati, ricattati perché il loro “permesso di soggiorno” è strettamente legato al contratto di lavoro.

Tutta la nostra solidarietà ad Aldo Milani, all’organizzazione SI Cobas colpita anche nell’immagine, ai 52 licenziati dalla Levoni e tutte le vittime della repressione delle lotte.

Facciamo in modo che dalla repressione si rafforzi e cresca sempre più la volontà di lotta e della sua generalizzazione.

Unione Sindacale Italiana (USI – AIT) Sezione Prov. di Milano


P.S: Riguardo alla questione Aldo Milani/SI Cobas la sezione USI Firenze Nord si riconosce nei contenuti del comunicato della sezione Milano e sottoscrive il comunicato stesso.

 
Ancona: 7 febbraio 2017

 

La solidarietà non si processa!

 

Martedì 7 febbraio ore 10 al Tribunale di Ancona.

 

Casa de’ Niantri fu un percorso di autodeterminazione e solidarietà dei senza tetto e dei senza reddito di Ancona. Persone provenienti da tutto il mondo dettero vita a un’esperienza solidale senza precedenti.

 

Un tentativo autogestionario che fu stroncato dalla repressione del PD con l’azione militare dello sgombero e la deportazione degli occupanti.

 

Il giorno successivo ci fu la protesta e l’Azione diretta nella sede del PD e le bandiere del partito si suicidarono dalla vergogna volando giù dalla finestra.

 

Per quei fatti ci sarà il processo il 7 febbraio e gli imputati rischiano pesanti pene detentive.

 

Invitiamo alla mobilitazione.


 
A scuola di pittura

Quest’anno per motivi di tempo e impegni, la scuola verrà effettuata il sabato mattina.

Malgrado sembri un’alternativa favorevole ai giorni lavorativi, molti genitori non accompagneranno i loro figli al corso per avere almeno un giorno di meritata libertà dagli impegni quotidiano continui e assillanti della vita moderna. Questo permetterà a me di avere una scuola più raccolta e ottimale…

 

Dove i bambini che verranno saranno quelli più interessati alla materia. Come ogni anno mi dedicherò soprattutto alla libertà emotiva del bambino e al coinvolgimento nella comunità.

Però…visto che non saremo molti potrò anche insegnare loro a dipingere su cavalletti da pittore, in verticale affrontando in maniera più seria “la pittura“. Per adesso vi saluto e vi ringrazio della possibilità dataci anche questo anno di poter sviluppare attraverso la pittura le potenzialità dei nostri bambini della montagna.

LA LIBERTA’ E’ UN DIRITTO CHE SI CONQUISTA CON LA CONOSCENZA solo un’apertura mentale può aiutare i bambini un giorno adulti a scegliere con la propria testa e non con la massa.

Grazie

Cinzia Staglianò

 
Ora e sempre antifascisti!

Sabato 14 Gennaio, in concomitanza con l’apertura a Modena della sede neofascista “terra dei padri”, decine di militanti dello spazio sociale Libera e dell’Unione Sindacale Italiana si sono mobilitati, partecipando al corteo antifascista cittadino e con un volantinaggio massificato nei quartieri adiacenti alla sede neofascista. Modena è sempre stata e rimane tuttora una città attraversata e vissuta senza timori da noi, che troviamo nell’antifascismo militante, nell’antiautoritarismo, nella solidarietà e nel mutuo appoggio una pratica quotidiana e consolidata.

Leggi tutto...
 
Presidio antifascista

A Modena il 14 gennaio. Appuntamento alle ore 12.00 presso la sede USI-AIT di Modena in via del Tirassegno 7 quartiere Sacca.


ANTIFASCISMO ANTIAUTORITARIO NELLA TERRA DEI RIBELLI

 

Come Spazio Sociale Libera e sezione modenese dell'USI-AIT esprimiamo proccupazione e disappunto riguardo l'imminente apertura a Modena del circolo neofascista “terra dei padri”, la cui inaugurazione è prevista per sabato 14 gennaio 2017.

 

Questo circolo, che si definisce uno spazio culturale e apartitico, sarà in realtà una vera e propria sede unitaria dell'estrema destra modenese.

 

Un luogo che, se riuscisse ad aprire, riuscirebbe a riunire soggetti che fanno riferimento a Forza Nuova, Casapound, Hammerskins e altre realtà neofasciste e neonaziste.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 30

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe