Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


  DeliverUnion

L'immagine può contenere: 1 persona


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home La Storia Presidio di protesta a Piazza Fontana
Presidio di protesta a Piazza Fontana
La storia


Si ricorderà che già con la passata amministrazione di centro-destra del Comune di Milano ci fu un tentativo di rimuovere la lapide in memoria di Pinelli

, posta ormai da molti anni in Piazza Fontana firmata “dagli studenti e democratici milanesi”, dove si afferma del “ ferroviere ucciso innocente nei locali della questura di Milano”. Al suo posto ci doveva essere un’altra lapide in cui si sostituiva con l’espressione “morto” quella di “ucciso”.
In quella occasione ci fu una forte mobilitazione con il risultato finale che tutte due le lapidi rimasero nello stesso luogo.
Adesso, con l’amministrazione di centro-sinistra, si ritorna alla carica. Qualche giorno fa, su proposta della Lega Nord, il consiglio comunale, con il voto favorevole del PD e del centro-destra, ha approvato di modificare la grammatica delle targhe, includendo un emendamento per la modifica anche dei contenuti, se portano il nome delle vittime di episodi di terrorismo “inserendo nel testo la verità giudiziaria affermata”. Subito ne ha approfittato De Corato, noto esponente di “fratelli d’italia”, per annunciare “il Comune rimuoverà la targa apposta dagli anarchici abusivamente nei giardinetti di piazza Fontana dove è scritto che Pinelli fu ucciso. D’Ambrosio accertò che l’anarchico Pinelli non fu ucciso”.
In concomitanza, guarda caso, in questi giorni è stata imbrattata, di notte, la lapide correggendo la scritta “ucciso” con “uccisoSI”.
Mercoledì 24 luglio si è svolto in piazza Fontana un Presidio di protesta per contrastare questo ulteriore attacco alla rimozione della storica lapide e per pulirne l’imbrattamento. C’è stata una buona partecipazione ed una presenza di compagni anarchici e militanti dell’USI con le loro bandiere, le uniche presenti per l’occasione.
Siamo sicuri che questo ennesimo tentativo di rimuovere la verità storica che “Pinelli è stato assassinato” e la “strage è di Stato” cadranno nel vuoto.
Enrico

condividi
 

Firenze

Milano

Modena

Parma

Reggio Emilia

Santarcangelo di Romagna

Trieste


 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina


 

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe