Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


  DeliverUnion


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie
Notizie
Da Francoforte
Scritto da Administrator   
Martedì 23 Maggio 2017 06:13

Un po’ più vicini alla nuova Internazionale

Lo scorso fine settimana si è svolto a Francoforte, in Germania, un convegno per dare vita a una nuova associazione internazionale di anarcosindacati e sindacati rivoluzionari. Si tratta del terzo appuntamento di questo genere.

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Maggio 2017 15:31
Leggi tutto...
 
A fianco del popolo Mapuche
Scritto da Administrator   
Domenica 21 Maggio 2017 08:59

GEMELLAGGIO TRA USI e POPOLO MAPUCHE

 

Si è svolto in Cile, presso la comunità mapuche uno storico e importante gemellaggio, sancito da una cerimonia popolare e dallo scambio di bandiera tra l’USI (Unione Sindacale Italiana) e quel popolo in lotta per i suoi diritti e la sua libertà.

 

















Ultimo aggiornamento Domenica 21 Maggio 2017 09:08
Leggi tutto...
 
“ E’ MEGLIO UNA FINE SPAVENTOSA ...
Scritto da Administrator   
Sabato 20 Maggio 2017 20:44

... CHE UNO SPAVENTO SENZA FINE”

Il Progetto comunità Aperta è una realtà che a Pietrasanta è attiva dal 1984 nella lotta alle tossicodipendente e dove sono impiegati tra gli altri, due compagni, impegnati da anni nell’ unità di strada. E anche questa realtà sta subendo i tagli, le dilazioni e il disinteresse dell’ ASL 12 Versilia. Rifiutandosi di accettare passivamente il destino che a loro era riservato, questi compagni che assistono 150 utenti, si sono attivati in tal senso. Cosi, nella mattinata di lunedì tre maggio in un giorno ad alta tensione al PCA visto che la proroga della convenzione, era scaduta, i medici non hanno somministrato farmaci per motivi legali. Siamo arrivati a questa misura estrema perché,  nonostante le nostre missive protocollate alla ASL per avere un incontro e definire alcune criticità della convenzione in essere,  i nostri appelli non sono mai stati presi  in considerazione. Ci dispiace se abbiamo creato problemi all'utenza, in quanto molti di loro stamani sono dovuti andare al Serd di Viareggio. 

Avvisato il Sindaco Massimo Mallegni e l'assessore Lora Anita Santini che nella mattinata si sono subito mossi per scongiurare ulteriori disagi, anche se gli Utenti erano stati avvisati da ben 2 assemblee straordinarie indette dall'associazione Diritti dei Tossicodipendenti, e che si sono svolte proprio nella sede dove viene espletato normalmente il servizio,

Una scelta estrema ma condivisa, approvata e autogestita dal basso.

Dopo numerose telefonate e promesse, nella tarda mattinata il servizio è stato finalmente ripristinato, anche se permangono numerosi problemi legati alle attività delle struttura che non  sono secondarie e che rivendichiamo,  dopo 40 anni di attività. 

Il progetto "Mangi chi ha fame" ne è la testimonianza. Progetto creato subito dopo la chiusura della mensa sociale e mai ripristinata nonostante le promesse dei politici di ogni colore. Un progetto pilota, unico nell'ambito del reinserimento sociale, dove Utenti e ex insieme a cittadini comuni raccolgono generi alimentari. Questo ci consente di far rete con altre realtà cittadine, ma soprattutto diventa uno strumento per responsabilizzare le persone.

Non possiamo essere solo un chiosco che somministra farmaci, al primo posto rimane l'utente e le famiglie con le loro problematiche legate agli strascichi della dipendenza. 

Il reinserimento non può essere un problema solo del comune che già fa la sua parte con borse lavoro e contributi economici. Ricordiamo che un Tossicodipendente curato male, costa molto di più ai contribuenti, sia in termini di salute, ma anche sul piano della sicurezza sociale, nel frattempo il crimine si attrezza è affina sempre di più le tecniche dello spaccio minuto.
E bene ricordare che il nostro territorio è un' oasi felice rispetto ad altre realtà. 

La maggioranza delle persone che frequentano il nostro servizio hanno un'occupazione, hanno famiglie a carico pagano le tasse e per questo pretendono e rivendichiamo  un servizio di qualità ed efficiente.

Oggi il PCA non ha locali accoglienti, i medici spesso non hanno una stanza per fare colloqui, inoltre, alcuni servizi che potremmo erogare anche noi, benché siamo una proiezione del Sert, questi vengono erogati solo a Viareggio con grande disagio per l'utenza.

L'amministrazione in carica ha messo nel suo programma di mandato lo spostamento del servizio nella zona dell'ex ospedale Lucchesi, anche se non abbiamo mai avuto problemi con la cittadinanza, anzi, spesso siamo diventati un punto di riferimento per alcuni anziani della zona.

Auspichiamo a breve di avere un incontro con le parti per superare almeno alcune delle criticità riportate sopra.

Tuttavia continueremo ad organizzarci per  portare il nostro contributo alle realtà che tutti i giorni si battono per la chiusura della sanità pubblica

LA LOTTA CONTINUA”

DDT

Difesa diritti dei Tossicodipendenti

http://www.sims.it

Nando, Valentina, Luca, Lorenzo della sezione USI AIT di Lucca

 
In memoria di Franco
Scritto da Administrator   
Sabato 20 Maggio 2017 20:35

REPORT SULLA MANIFESTAZIONE IN RICORDO DI FRANCO SERANTINI

 

Oggi 7 maggio dell'anno 2017, in una Pisa distratta e affollata di turisti, ma che tuttavia non riesce a nascondere più le tante povertà che ormai affliggono molti dei suoi abitanti, convocata dalle compagne e dai compagni dell'AULA R, di Scienze Politiche si è svolta la manifestazione,  in ricordo di Franco Serantini.

Ultimo aggiornamento Sabato 20 Maggio 2017 20:41
Leggi tutto...
 
1M: il saluto dei cavatori di Carrara
Scritto da Administrator   
Domenica 07 Maggio 2017 06:07

Buon Primo Maggio dalla Lega dei Cavatori di Carrara.

 

Oggi è un giorno speciale nel quale si celebrano le lotte passate, si incentivano quelle presenti e si promuovono quelle che verranno.
La nostra nascita coincide con questa necessità di rivalsa, di lotta e di rivendicazione dei nostri diritti oramai ridotti ai minimi termini, nei confronti di una classe padronale arrogante e prepotente, bypassando i sindacati fasulli , arrendevoli e conniventi, promuovendo viceversa una partecipazione in prima persona dei lavoratori. Purtroppo questa spinta, questa rinnovata voglia di partecipazione attiva nasce da una scia di sangue che negli ultimi anni ha macchiato il bianco delle cave.

Leggi tutto...
 
USI-AIT Varese/Como
Scritto da Administrator   
Domenica 30 Aprile 2017 06:44

28 aprile 2017: Congresso fondativo.



Per contatti:

Usi Varese Como
Via Checchi 12, 12013
Gallarate (VA)

 

Pagina fb Usi-ait Varese Como

E-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Il lavoro contro la guerra
Scritto da Administrator   
Sabato 29 Aprile 2017 07:23

In data odierna (28 aprile 2017) nella biblioteca scolastica del liceo scientifico-linguistico O.Tedone di Ruvo di Puglia (Bari) è presente il libro:


IL LAVORO CONTRO LA GUERRA (L’antimilitarismo rivoluzionario dell’Unione Sindacale Italiana 1914-1918) di Marco Rossi che si aggiunge al libro di Domenico Cangelli (Carmine Giorgio nella storia del sindacalismo rivoluzionario in Puglia).

 

Ringrazio gli autori e compagni Marco Rossi e Domenico Cangelli.

Ciao e sempre contro la guerra (Massimo USI/Educazione-Puglia)

 
Commissione di garanzia (seconda parte)
Scritto da Administrator   
Venerdì 28 Aprile 2017 07:56

Nuovo stop della Commissione di garanzia (questa volta per le vie brevi ovvero con una comunicazione telefonica) che ci impone di escludere i Vigili del Fuoco dallo sciopero generale del 1° Maggio.


In allegato la comunicazione inviata alla Commissione.

 
La Commissione "stoppa" lo sciopero generale
Scritto da Administrator   
Giovedì 27 Aprile 2017 08:01

Come al solito la Commissione di garanzia – in virtù degli accordi/capestro sottoscritti dai sindacati/complici e tramutati in “norme cogenti” dai governi “amici” – ha stoppato lo sciopero generale del 1° Maggio imponendo pesanti restrizioni all’esercizio di questo diritto soggettivo inalienabile – secondo il dettato costituzionale – ma disatteso nei fatti. In allegato la nota di riscontro della Segreteria Nazionale USI-AIT.

 









UNIONE SINDACALE ITALIANA
Segreteria Nazionale

Via Del Tirassegno 7, 41122 Modena
Tel: 389-0997583 Fax: 0240044537.
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
http://www.usi-ait.org


Al Presidente della Commissione di garanzia ex Legge 146
Prof. Giuseppe Santoro Passarelli Piazza del Gesù n. 46, 00186 Roma
Fax 0694539680 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Al Presidente del Consiglio

Palazzo Chigi – Roma fax 0667793543 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Al Ministro del lavoro e Politiche sociali
Giuliano Poletti, Via Vittorio Veneto, 56 – 00187 Roma
fax 064821207 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Presidente del Senato della Repubblica
fax 0670620222

Presidente della camera dei Deputati fax 0667603522

 

Oggetto: Prot: 0006082/GEN del 20/04/2017

Leggi tutto...
 
Guerra alla guerra!
Scritto da Administrator   
Lunedì 24 Aprile 2017 07:18

Contro le Guerre, Contro gli Stati.


L’Unione Sindacale Italiana deve continuare ed aumentare la propria azione antimilitarista all’interno del mondo del lavoro e dell’intera società.

Denunciamo che la produzione di armi sta aumentando e che la vendita a qualsiasi gruppo terrorista di Stato o privato è sotto gli occhi di tutti con il benestare governativo.

Leggi tutto...
 
CNT: una vittoria importante
Scritto da Administrator   
Sabato 22 Aprile 2017 15:50

TRIONFO CNT-SECE

Un record eccellente!



I lavoratori della sezione sindacale della CNT presso la SECE hanno ottenuto un enorme risarcimento di 100.000 euro ognuno e la riassunzione nei loro posti di lavoro dopo il licenziamento da questa ditta, fornitrice di servizi energetici a molti Comuni spagnoli.



Questo è il risultato di tre anni di lotta, durante i quali i compagni si sono opposti all’azienda con l’appoggio del sindacato; si tratta del più grande risarcimento nella storia delle relazioni sindacali in Spagna ed è un castigo esemplare per questa ditta, che ripetutamente ha violato i diritti dei lavoratori e sentenze precedenti.

Ultimo aggiornamento Sabato 22 Aprile 2017 15:55
Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 48

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe