Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


  DeliverUnion


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie Livorno: 18 febbraio 2017
Livorno: 18 febbraio 2017
Scritto da Administrator   
Lunedì 20 Febbraio 2017 21:38

Questo sabato, in una bella giornata di sole e con una leggera brezza che profumava di salmastro, si è tenuta a Livorno la manifestazione promossa da USB, ASIA (il sindacato degli inquilini), UNICOBAS e Centri sociali della città labronica. Incentrata contro le politiche economiche del governo Gentiloni..

 

Erano anche presenti diversi compagni delle sezioni USI-AIT di Livorno, Firenze Nord e Lucca. Livorno è una città letteralmente in ginocchio. Le fabbriche chiudono una dopo l’altra e non a caso a Livorno appunto e a Piombino sono localizzate due delle aree di crisi tra le ottantacinque che il governo riconosce come tali.

Inoltre ben duecento famiglie vivono in appartamenti occupati o in situazioni di precarietà, stipati magari a famiglie intere in una sola stanza. Un corteo di circa duecento, tra compagne e compagni, a voler essere modesti, con tanto di sound system che lo precedeva di pochi metri, è sfilato per le vie del centro della città, affollate per il consueto ‘struscio‘ del sabato pomeriggio.

 

Nutrita, oltre la metà dei presenti, la rappresentanza libertaria. Viste tra le tante bandiere anche una bandiera viola e nera e, assolutamente incongrua, una bandiera di Rifondazione Comunista.

Durante tutto il percorso, si sono alternati interventi di compagne e di compagni. Tra gli altri ha parlato anche Monica, la compagna che è stata licenziata dal Cottolengo di Pisa. Monica ha parlato di diritti e di come questo sistema mira, non soltanto a toglierti i diritti acquisiti in tanti anni, ma vuole addirittura toglierti la dignità e l’umanità.

Lo spezzone USI-AIT, una ventina di compagni e di compagne, si è posizionato dietro lo striscione già affisso davanti al Cottolengo di Pisa e che porta la scritta ‘Un’offesa fatta ad una è un’offesa fatta a tutte‘. La manifestazione si è sciolta alle sei del pomeriggio.

 

Domani mattina, alcuni compagni saranno all’aeroporto di Pisa, per una manifestazioine contro i licenziamenti di diversi lavoratori.

Lorenzo Micheli

condividi
Ultimo aggiornamento Martedì 21 Febbraio 2017 21:04
 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe