Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie Nord Toscana: servizi sociali
Nord Toscana: servizi sociali
Scritto da Administrator   
Domenica 12 Novembre 2017 09:28

Cinque buone ragioni per andarsene


Carrara ha cinque motivi per uscire dalla convenzione con la asl sull’esercizio delle funzioni di integrazione socio-sanitaria.

1)La somma che il comune trasferisce alla asl è pagata dalle tasse di chi lavora e ha lavorato in città. Meglio non entri in un bilancio regionale, ma resti all’ente più vicino e controllabile: il comune.

2) Ricordate il buco di bilancio della asl di Massa e Carrara? Dalla sera alla mattina si scoprì un debito di milioni di euro. Dove sono? Chi è responsabile?

3) L’ufficio della asl che gestisce i soldi trasferiti da Carrara è organizzato con personale del comune di Massa ed una consigliera comunale di Massa (PD) nonché dipendente asl, che gestiscono buona parte dei soldi di Carrara e rapporti coi carraresi. Carrara perde un altro pezzo di ricchezza.

4) E’ importante consolidare la s.p.a. Apuafarma, che è un investimento pubblico, anziché dar servizi alla asl, che li darà alle coop. A parità di lavoro, chi lavora in coop guadagna meno del dipendente pubblico( forse ha peggiori condizioni di lavoro), ma costa di più ai bilanci pubblici.

5)La sanità toscana è governata dal Partito democratico. Il governo dei comuni nel frattempo è tripolare, con giunte a 5 stelle,Centro destra ed a guida PD. Se la differenza ha senso, cambierà anche la sanità.

Obiezione prevedibile:“le leggi regionali 40 e 41/2005 impongono al comune l’abbandono dei servizi socio-sanitari”. Le due leggi indicano solo una possibilità, però. Sono state volute dal governatore Enrico Rossi. Piacciono alle coop che gestiscono i servizi per conto delle asl toscane. Insomma, la parte del martello la fanno le leggi di Rossi, assessore alla sanità quando ci fu il buco di bilancio della asl apuana ed esponente della vecchia politica. Da incudine, i 5 stelle che governano Carrara e lottano contro gli errori del vecchio ceto politico. In mezzo, per una parte di servizi socio-assistenziali, le persone che lavorano in Apuafarma e quelle che utilizzano i suoi servizi. Hanno una forza enorme.               

                                                          Usi Lel

condividi
 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe