Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie Senigallia: aggiornamento
Senigallia: aggiornamento
Scritto da Administrator   
Domenica 10 Maggio 2015 06:01

Nel pomeriggio di sabato 9 maggio un bliz è stato condotto con successo dall'USI Marche all'autoditorium San Rocco di Senigallia dove, in un convegno sulla disabilità, intervenivano il sindaco di Senigallia (Mangialardi) e altre autorità. L'azione è stata condotta per denunciare la discriminazione e l'ingiusto licenziamento di due lavoratori dell'USI-AIT del cimitero di Senigallia. Una ventina di nostri attivisti sono entrati compatti all'interno della sala con cartelli a forma di bara, volantini e bandiere dell'USI-AIT. E' stato velocemente occupato il palco e ci siamo "presi" il microfono, da dove abbiamo annunciato che prima di iniziare il convegno il nostro Sindacato avrebbe informato e denunciato sulla grave situazione al comune di Senigallia dove ai cimiteri venivano fatti appalti al massimo ribasso ed attuati licenziamenti discriminatori. Una compagna dell'USI Marche ha preso la parola descrivendo dettagliatamente i fatti e la situazione esistente. Per eliminare chi aveva lottato per i diritti e la sicurezza, hanno licenziato dei lavoratori con la non riassunzione (nonostante la salvaguardia del personale preesistente presente nel bando) operata dalla cooperativa subentrante all'appalto. Una situazione grave, con responsabilità evidenti del comune. L'intervento inatteso della nostra compagna è stato applaudito a lungo dal pubblico presente al convegno, con l'imbarazzo evidente del sindaco. I compagni dell'USI sono poi usciti dal locale e, nonostante fosse arrivata la polizia, si sono diretti con le bandiere dell'Unione e i cartelli nel vicino centro cittadino per un ulteriore volantinaggio. Una bella giornata di lotta, solidarietà ed azione diretta che continuerà fino all'assunzione dei licenziati perchè "Se toccano uno toccano tutti !"


USI-AIT Marche


Intervista su Radio Black out

condividi
Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Maggio 2015 09:03
 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe