Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Sanità Toscana Il "terzo settore" ... sanitario
Il "terzo settore" ... sanitario

IL TERZO SETTORE (COOPERATIVE) NELLE ASP

Le Aziende dei servizi alle persone (ASP) sono nate dalle legge quadro 328/2000 dall’allora Ministro agli Affari Livia TURCO, e avviate dalle Regioni dal 2004 in poi, da una trasformazione dell’EX IPAB (Legge Crispi 1830) questo Ente apparteneva prettamente al Sistema Sanitario Nazionale.

Le ASP possono essere inserite in due comparti:
 Enti Locali.
 Sanitario
 o addirittura in soggetti di diritto privato.

La legge quadro del 328/2000 ha riconosciuto un ruolo fondamentale alle organizzazione del Terzo Settore (Cooperative) negli Enti Locali.

Gli aspetti negativi dovuta a tale trasformazione che in caso di esternalizzazione da parte dell’Ente Locale a un soggetto privato (Cooperative) rischia di perdere la sua peculiarita’ e di divenire un semplice sostituto dell’Ente pubblico con un’eccessiva espansione o allargamento degli Enti di privato Sociale, e senz’altro disorienta il cittadino.

Infatti in questi anni si evince il forte ampliamento delle esternalizzazione in favore alle Cooperative, percentualmente parlando superano il 60%, mirando soprattutto il cosiddetto CORE AZIENDALE che sono interi reparti di assistenza di base e quello sanitario alle persone non autosufficienti che risiedono in queste strutture .

Tutto cio’ e’ dovuto ed e’ voluto dalla politica sia Nazionale e sia quella Regionale (Toscana) dai:

 Tagli economici alla non autosufficienza
 dalla riforma della libera scelta che introduce una spietata competizione tra le strutture pubbliche e quelle private, i soldi pubblici vanno nelle tasche a chi fa profitto privatamente ( strutture o interi reparti esternalizati dagli Enti Pubblici ) sulla salute dei cittadini e ridimensiono le strutture pubbliche.
 Dal Blocco del Turn Over fanno si che le aziende non possano indire concorsi pubblici per le categorie di Infermieri e di Oss, i direttori di queste aziende sono o saranno costrette per volonta politica di espandere le esternalizzazione a favore delle cooperative oppure assumere con contratti a termine personale dalle agenzie interinali.

Come Unione Sindacale Italiana siamo contrari:

Alle esternalizzazione dei reparti (Core Aziendale)
Contrari allo sfruttamento delle imprese sociali sui lavoratori che percepiscono un salario misero con una turnazione massacrante.

Come Unione Sindacale Italia siamo a favore:

-Per l’internalizzazione e quindi di indire vari concorsi per le figure socio-sanitari.
-Di abolire che i soldi pubblici vadano nelle tasche dei privati e di trarre profitto sulla salute dei cittadini.

USI SANITA’ SIENA
Costantino Borgogni

condividi
 

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe