Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

Solidarietà Autogestita

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home USI Educazione
Educazione
Bologna: educare alla libertà

Venerdì 16 dicembre ultimo incontro del ciclo sulla Educazione libertaria organizzato dalla Biblioteca “A. Borghi”

 

 

Vaso, creta o fiore? Educare alla libertà

Incontri sulla Educazione libertaria organizzati dalla Biblioteca “A. Borghi”

 

Dopo le conferenze di Francesco Codello (21 ottobre) e Giulio Spiazzi (4 novembre), tenutesi nel Teatrino del Vecchio Mercato di Castel Bolognese, e i seminari con Giulio Spiazzi e Gabriella Prati (5 e 6 novembre) e Maurizio Giannangeli e Rino Ermini (26 e 27 novembre) svoltisi presso l’Archivio Storico della FAI a Imola, si terrà prossimamente il quinto e ultimo degli incontri del ciclo “Vaso, creta o fiore?”, organizzato dalla Biblioteca Libertaria “Armando Borghi” (BLAB), in collaborazione con l’Assemblea degli anarchici imolesi e la Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane” di Castel Bolognese. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della fondazione della “Biblioteca Libertaria” di Castel Bolognese, avvenuta nel 1916 a opera di un gruppo di giovani anarchici raccolti attorno a Nello Garavini.

 

venerdì 16 dicembre, ore 20.30

Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini 19, Castel Bolognese

conferenza pubblica con dibattito di Stefano d’Errico e Luciano Nicolini:

Il sindacalismo libertario in lotta contro l’autoritarismo scolastico istituzionale

 

Nel pensiero libertario e nella storia del movimento anarchico il tema della educazione ha sempre avuto un ruolo centrale e di grande rilievo Esiste quindi una lunga tradizione a cui rifarsi, che continua ad aggiornarsi e arricchirsi, e che merita di essere conosciuta e approfondita, in grado di fornire – almeno in parte – ancora risposte valide e spunti per il presente. Il tema dell’educazione libertaria appare comunque di notevole rilevanza e attualità soprattutto oggi, in un contesto caratterizzato dalla crisi della scuola istituzionale tradizionale e dalla nascita – in molti paesi del mondo e anche in Italia – di esperienze di nuove ‘comunità educanti’ autogestite. A presentare queste esperienze e a discutere delle problematiche ad esse legate saranno coinvolti dei relatori particolarmente qualificati. Di fatto, si tratta del primo ciclo di incontri di questo genere a livello nazionale, inteso come momento di riflessione ad ampio raggio e rivolto a un pubblico vasto, essendoci stati finora soltanto degli incontri tra addetti ai lavori (in particolare nell'ambito della "Rete per l'educazione libertaria").

 

Gli incontri sono aperti a tutti. Sono invitati in particolare insegnanti, studenti, genitori, più in generale chiunque lavori nel mondo della scuola e della formazione e/o abbia interesse per i temi pedagogici e della educazione.

 

Curatore del ciclo è Andrea Papi, educatore e saggista, socio della BLAB.

______________________________

 

Stefano d’Errico: insegnante, nel 1986 è fra gli animatori dei Comitati di Base della Scuola e dal 1990 svolge l’incarico di segretario della Confederazione Italiana di Base “Unicobas”, di cui è stato uno dei fondatori. A latere dell’Unicobas Scuola contribuisce allo sviluppo de “l’AltrascuolA”, associazione attiva nell’aggiornamento dei docenti, promotrice di studi e convegni. Autore di saggi, tra cui Anarchismo e politica (Mimesis, 2007, p. 752) e Il socialismo libertario ed umanista oggi fra politica ed antipolitica (Mimesis, 2011, p. 369).

 

Luciano Nicolini: antropologo, insegna Statistica Sociale presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Da 35 anni militante dell’Unione Sindacale Italiana, di cui è stato anche segretario nazionale per un biennio, è editore e redattore del mensile libertario “Cenerentola”.

 
Noi restiamo da una parte sola!

Il precariato è una piaga aperta di questo paese. Nella scuola, nonostante la propaganda del governo Renzi, sono numerosi i lavoratori precari e sfruttati. Sono gli insegnanti che si sono rifiutati di aderire al piano di assunzione della “Buona scuola“, gli specializzati a caro prezzo della II fascia, i confinati non abilitati della III fascia e le maestre e i maestri, ai quali da anni è stato precluso il riconoscimento dell’abilitazione e della stabilizzazione.

Leggi tutto...
 
A scuola di sfruttamento

A tutte/i le compagne/i di USI-Educazione

 

Premessa.

 

Come sapete il ministero della Pubblica Istruzione ha stipulato un protocollo d'intesa con la catene principe del trash food MC' Donald's. Questo protocollo mira semplicemente a fornire con la famigerata 'Alternanza Scuola Lavoro' manodopera a costo zero alla multinazionale del cibo. Inoltre, è trasparente che questo è solo l'inizio. Si aggiungeranno infatti ad essa le altre multinazioni quali Burger King, Pizzarito Pastarito e simili.

Propongo pertanto che si possa dare la massima diffusione possibile a questa notizia, utilizzando i più svariati canali di informazione e che si cominci da rispettivi Collegi dei Docenti e delle classi delle scuole dove lavoriamo.

Di seguito trovate il comunicato che leggerò nel Collegio dei Docenti della scuola dove lavoro.


Lorenzo Micheli

Leggi tutto...
 
4N 2016

CONTRO IL DISPOSITIVO EDUCATIVO DI STATO E CAPITALE
ORA E SEMPRE SCIOPERO GENERALE!!!

 

USI-AIT, CUB E SGB indicono uno sciopero generale per l’intera giornata del 4 novembre di tutte le categorie sia pubbliche che private. Ancora una volta intendiamo dire basta agli accordi con la Confindustria che virano verso una società corporativa, denunciamo le campagne militariste silenziosamente in atto, la soppressione crescente dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, vedi Jobs Act, lo smantellamento della sanità pubblica, le false cooperative e la riforma della “buona scuola”.

Leggi tutto...
 
Dibattito pedagogia libertaria su A

Dar voce a chi vi lavora


Abbiamo letto e riletto, con molta attenzione, il corposo dossier riguardante l'educazione libertaria pubblicato sul numero estivo della rivista (“Scuole pubbliche non statali e...”, a cura di Francesco Codello, “A” 409, estate 2016, pp. 119/153). Un lavoro egregio, per molti versi anche esaustivo ma non per tutti. Anche in questa occasione, e di questo ce ne rammarichiamo, così come nei numerosi incontri su questo tema a cui abbiamo partecipato, vi è sempre un eccellente coppia di esclusi: il lavoratore e la lavoratrice.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 15

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe