Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

Solidarietà Autogestita

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home USI Educazione
Educazione
Disegno di legge sulla scuola! No alla scuola dei padroni, via questi governi, autogestione!

L'USI-AIT Educazione dichiara la sua totale contrarietà alle proposte di Legge Renzi/Giannini che vorrebbero riformare la scuola italiana.

Non faremo qui discorsi in difesa della costituzione, dell'educazione statale, o per tutelare interessi corporativi: siamo qui a ribadire, invece, che un luogo dove si cresce a vicenda, dove si pongono interrogativi sulla vita, dove la curiosità, la razionalità e la volontà dovrebbero prevalere sull’omologazione e sul pensiero unico imposto dal governo (potere) di turno non può diventare una sterile azienda sottoposta ai “capricci” (che qualcuno chiama “leggi”) del mercato.

 

La buona scuola, così come è stata proposta nel disegno di legge, non ha nulla di accettabile perché fa degli studenti dei meri utenti che devono formarsi per offrirsi, in futuro, quali liberi schiavi nel mondo del lavoro o peggio dei tirocini formativi (strumenti di sfruttamento e di erosione del lavoro reale ossia retribuito).

 

Leggi tutto...
 
Relazione di Maria Fortino

Dopo quello di Rino Ermini pubblichiamo l’intervento di Maria Fortino al Congresso fondativo di USI-AIT Educazione. Rammentiamo che – gli interventi congressuali salienti che proporremo – sono già stati pubblicati su A rivista anarchica n. 396.


Non più un lavoro da burocrate o un noioso obbligo

di Maria Fortino

Intendiamo dare inizio a questo intervento con alcune riflessioni di carattere generale. U.S.I.-A.I.T Educazione possiede un potenziale innovativo non indifferente, infatti riteniamo si debba spingere, soprattutto, circa l'idea di un sindacato di settore che annulli, in sé, ogni tipo di gerarchie fra tutti i soggetti coinvolti nei processi educativi, a partire dagli studenti fino agli educatori ed agli operatori, dai maestri ai docenti, dagli ATA ai ricercatori universitari, da chi è di ruolo a chi è precario. In altre parole occorre realmente perseguire la realizzazione di quella orizzontalità, propria dell'anarco-sindacalismo ed a cui fa, appunto, riferimento l'intera U.S.I.-A.I.T.

Poste queste, per noi fondamentali, premesse è forse superfluo ma sempre opportuno, ribadire la particolarità di questo periodo storico per quanto riguarda il settore educativo che va certamente inquadrato in una più generale dinamica di assalto del capitale agli uomini e alle donne liberi, pur tuttavia il settore educazione assume, proprio all'interno di questa dinamica generale, un ruolo, se così vogliamo definirlo, strategico.

Leggi tutto...
 
Dentro l'educazione

interventi di Rino Ermini, Maria Fortino, Anna Gussetti e Paolo Masala



Lo scorso dicembre si è tenuto a Milano il 1° congresso costitutivo di un nuovo sindacato operante all’interno dell’eterogeneo mondo educativo (scuola, terzo settore, ricerca), l’Usi Educazione, aperto anche agli studenti. Pubblichiamo quattro interventi nel dibattito. Continua la lettura su A rivista anarchica numero 396 (marzo 2015).

 
No alla delega RSU! Nessun tavolo di trattativa difenderà i lavoratori.

Le prossime elezioni delle RSU nella scuola impongono alcune riflessioni che, come sindacato anarcolibertario di settore, intendiamo condividere con i lavoratori e le lavoratrici posto che, la nostra natura etica e sociale, avversa agli autoritarismi e ai verticismi, non ci fa imporre alcuna linea ai territori, nessun dettame che da un sedicente centro si irradia alle presunte periferie, ma intendiamo qui porre solo riflessioni, a nostro avviso, utili alla lotta e alla presa di coscienza individuale.

 

Leggi tutto...
 
Parma: ancora tagli all'integrazione scolastica

blakIl numero di alunni con disturbi dell’apprendimento, il numero di diagnosi legate alla legge 160 e alla legge 104, il numero di situazioni di disagio economico e sociale legate alle famiglie di alunni che frequentano la scuola dell’obbligo, sono tutti dati statisticamente in aumento negli ultimi anni.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 Succ. > Fine >>

Pagina 13 di 15

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe