Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 131

ldc131

 

http://external.ak.fbcdn.net/safe_image.php?d=AQDHj1dG7yv7tNoF&url=http%3A%2F%2Fprofile.ak.fbcdn.net%2Fhprofile-ak-snc6%2F276672_252539238152435_909010576_n.jpg

 

logo

 

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie
Notizie
Solidarietà ai lavoratori Alcatel
Scritto da Administrator   
Venerdì 15 Maggio 2015 15:05

La Federazione Provinciale di Trieste dell’Unione Sindacale Italiana esprime la propria totale solidarietà ai lavoratori dell’Alcatel in lotta per la difesa del proprio posto di lavoro. Quella dell’Alcatel è l’ennesima storia di Aziende smantellate, svendute a pescecani esteri o dislocate in altri Paesi, pur in presenza di una costante domanda di mercato che non giustifica nessuna riduzione di produzione.

Leggi tutto...
 
Carrara: la strada del debito
Scritto da Administrator   
Giovedì 14 Maggio 2015 14:59

La strada del debito

 

Di recente è stato approvato il bilancio comunale 2014 di una città mineraria nella Toscana del Nord. Il termine di approvazione era il 30 aprile 2015. 142 milioni i debiti a fine 2014. Il comune, assicura, è in grado di pagare, a partire dagli stipendi.

Leggi tutto...
 
Il futuro di un uomo in ostaggio ...
Scritto da Administrator   
Domenica 10 Maggio 2015 13:52

I comuni si sa (dicono) non hanno soldi. Non è ben chiaro come questo accada, con tutte le gabelle che i cittadino deve pagare, ma tant’è hanno sempre ragione loro.

Gli appalti, cioè l’affidamento di servizi e forniture, sono gli escamotage che  - non solo loro - adottano per risparmiare. Sulla pelle dei lavoratori, ovviamente. I servizi cimiteriali sono uno di questi: un bel mercato che non può fallire, ma molto scomodo perché le norme di sicurezza previste sono lacci e catene che comportano costi, controlli e soprattutto rischi economici a cui – naturalmente- l’ente non può permettersi di esporsi. Niente di meglio che un appalto al massimo ribasso: chi vince vince e poco importa se la ditta o la cooperativa o chi altro non potrà con quella somma garantire tutto quello che è prescritto dal capitolato e dal contratto, a partire dagli stipendi. Importante è che il comune si sbarazzi di ogni responsabilità La sicurezza è delegata in toto, il tipo di contratto idem.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Maggio 2015 05:45
Leggi tutto...
 
Senigallia: aggiornamento
Scritto da Administrator   
Domenica 10 Maggio 2015 06:01

Nel pomeriggio di sabato 9 maggio un bliz è stato condotto con successo dall'USI Marche all'autoditorium San Rocco di Senigallia dove, in un convegno sulla disabilità, intervenivano il sindaco di Senigallia (Mangialardi) e altre autorità. L'azione è stata condotta per denunciare la discriminazione e l'ingiusto licenziamento di due lavoratori dell'USI-AIT del cimitero di Senigallia.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Maggio 2015 09:03
Leggi tutto...
 
Azione diretta a Senigallia
Scritto da Administrator   
Sabato 09 Maggio 2015 19:03

Blitz dell'USI Marche a Senigallia all' autoditorium San Rocco dove intervenivano il sindaco e altre autoritá per denunciare la discriminazione e l'ingiusto licenziamento di due lavoratori dell'Usi.

Leggi tutto...
 
Chi romperà il cerchio?
Scritto da Administrator   
Martedì 28 Aprile 2015 20:11

Un comune rallenta, velocizza, indirizza l’estrazione di ricchezza dal territorio.

 

E’ tipico il caso Marinella di Sarzana nell’estremo Levante Ligure. Gli atti amministrativi sui lavori pubblici e privati a Marinella non sono sul sito del comune (PD) di Sarzana, quindi c’è da partecipare alle commissioni consiliari per essere informati.

 

Leggi tutto...
 
W l'USI
Scritto da Administrator   
Martedì 28 Aprile 2015 09:23

Messaggio di saluto formulato da Franco Bertoli eletto Segretario nazionale USI-AIT al XXI° Congresso

Care compagne e cari compagni volevo ringraziare tutte e tutti i delegati al congresso per la fiducia e la stima riservata a me ed a chi ha ricevuto gli altri incarichi. Il congresso si è svolto in un clima di fratellanza e sorellanza e ha evidenziato il clima di crescita e di maggior forza che l'unione sta vivendo. Il mio compito sarà quello di stimolo e di collegamento non certo di pratiche verticistiche o di decisione prese “dall'alto” cose che lasciamo volentieri ad altri sindacati, che comunque contrastiamo e contrasteremo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Aprile 2015 11:02
Leggi tutto...
 
Conti comunali in rosso? Ma che strano!?
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Aprile 2015 18:33


I conti comunali tendono al rosso, quasi ovunque. Si lamenta i mancati trasferimenti dallo stato, ma che dire della ricchezza estratta dal territorio e incanalata verso pochi? A Marina di Carrara, frazione in bilico tra turismo e industria, è avvenuto un’altro esproprio di ricchezza collettiva. Mezzo: una società per azioni (AREA spa) partecipata da enti locali e da Porto di Marina Spa, società a sua volta formata, tra l’altro, da spedizionieri e da un grosso armatore. Scopo della società: intervenire nella logistica; costruire un interporto, collegando il porto di Marina di Carrara (piccolo, a metà costa tra i grandi porti di La Spezia e Livorno) alla zona industriale apuana. E, manco a dirlo, creare occupazione. Protagonisti dell’operazione un gruppo di tecnoburocrati, cioè quella classe che basa il suo potere non sulla proprietà, ma sulla funzione. E’ la funzione che li porta ad esercitare un dominio.

Leggi tutto...
 
No Expo. Il Primo Maggio non è in vendita!
Scritto da Administrator   
Mercoledì 01 Aprile 2015 13:57

Il prossimo primo maggio inizia a Milano Expo 2015. Apriamo questo numero di “A” con un doppio dossier, in due parti. Nella prima diamo voce alle compagne e ai compagni della Rete NoExpo.


Nella seconda ci occupiamo della storia del Primo Maggio, nato a fine Ottocento come giornata di lotta dei lavoratori.


A fare da ponte tra le due parti, una presa di posizione dell'Unione Sindacale Italiana che solidarizza con chi, anche e proprio nella giornata iniziale di Expo 2015, non accetta di lavorare. Il Primo Maggio non è in vendita, appunto.


Da A rivista anarchica aprile 2015.

 
Bilanci comunali in sofferenza: un po’ di storia.
Scritto da Administrator   
Sabato 28 Marzo 2015 16:26

Quando si parla di bilanci in sofferenza, ci si dimentica la storia. Senza la storia, si fa solo un’analisi tecnica e sfuggono le ragioni del fallimento politico ed economico di un ente. Negli anni 90, nel nord della Toscana, in una città mineraria che lo storico Lorenzo Gestri paragonava ai villaggi del Far West, la giunta comunale era guidata da un repubblicano e aveva come vice-sindaco un socialista, in armonia universale come due fratelli. Il settore marmo era guidato da un dirigente “comunista”. In tale contesto la giunta approva una delibera per metter ordine nell’escavazione del marmo: definisce tipi di materiale estratti ( dai detriti fino al marmo pregiato) e importi della tassa marmi.

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Marzo 2015 16:45
Leggi tutto...
 
Morire di povertà
Scritto da Administrator   
Martedì 17 Marzo 2015 17:45

Una lunga solitudine quella che abbiamo visto scorrere davanti ai centri dell’impiego di tutta le Marche. Da Ascoli fino ad Ancona, centinaia di “over 30” hanno trascorso la notte all’addiaccio nella speranza di poter accedere ad una borsa lavoro di 650 euro lorde della durata di sei mesi. Il primo criterio di selezione la consegna delle domande. Terrificante ed umiliante costringere chi già vive nella disperazione ad esporsi ancora di più, a mettere in bella mostra, per non dire alla berlina, la loro drammatica situazione. Lunedì abbiamo assistito per l’ennesima volta alla distruzione del concetto di essere umano.

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 35

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe