Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


  

 

logo

 

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home Notizie
Notizie
Milano: in piazza contro EXPO 2015
Scritto da Administrator   
Venerdì 03 Luglio 2015 05:56

Si è svolto nella giornata del 1° luglio, a Milano in piazza Cordusio, dalle 17,30 un presidio di protesta verso l’Expo, organizzato dalla Rete Attitudine No Expo (un coordinamento di aree sociali antagoniste e di sindacati di base).

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Luglio 2015 11:12
Leggi tutto...
 
Accordo "porcata": c'è chi dice NO!
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Giugno 2015 20:31

L’USI-AIT ribadisce il proprio NO al testo unico sulla rappresentanza.

 

L’Unione Sindacale Italiana è un sindacato d’azione diretta, assembleare, orizzontale e federalista.


In questi anni i lavoratori e le lavoratrici che aderiscono alla nostra Organizzazione, se lo ritenevano momentaneamente necessario, hanno potuto decidere di partecipare alle RSU, con la consapevolezza però che la RSU, come è stata concepita, può essere un alimentatore di delega, perciò da usare come uno strumento utile in un momento e una situazione data.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Giugno 2015 20:45
Leggi tutto...
 
ANCONA: PROCESSIAMO IL P.D.
Scritto da Administrator   
Lunedì 08 Giugno 2015 20:43

In una fredda mattina del febbraio 2014 un’imponente “armata” composta da alcune centinaia di poliziotti di vari corpi circonda e blocca un intero quartiere popolare di Ancona dando poi l’assalto all’ex scuola occupata di via Ragusa dove da prima di natale, col nome di “Casa de Nialtri” è in atto un’esperienza nuova e unica per il territorio locale e forze anche nazionale. Senza tetto e immigrati provenienti da tutte le parte del mondo, insieme a un gruppo di solidali (con forte presenza anarchica ed anarcosindacalista), tentano di dar vita a un percorso di convivenza e di autogestione ridando forza e dignità a quelli che sono considerati gli ultimi della terra. Attorno si è sviluppata una rete di solidarietà regionale con arrivi continui di cibo, vestiti, mobili, medicinali, ecc.

Leggi tutto...
 
Koper, Slovenia
Scritto da Administrator   
Lunedì 08 Giugno 2015 14:33


Lavoratori del porto in festa

Sabato 6 giugno si è svolta, nei dintorni di Koper (Slovenia), l’annuale festa del più forte sindacato dei portuali di Koper, lo SZPD (Sindikat Žerjavistov Pomorskih Dejavnosti).


La festa si è sviluppata lungo tutta la giornata, dalla tarda mattinata fino all’alba del giorno dopo, e ha visto la partecipazione di centinaia di persone. Oltre ai portuali sloveni e alle loro famiglie, erano presenti lavoratori del porto da tutta Europa, intervenuti per i forti legami di solidarietà stretti negli anni e per gli obiettivi comuni.

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Giugno 2015 14:50
Leggi tutto...
 
Campagna per riottenere il “mal tolto” …
Scritto da Administrator   
Domenica 31 Maggio 2015 06:05

GOVERNI LADRI!!! RESTITUITECI IL MAL TOLTO!!!


Con maggiore determinazione e in continuità con i governi precedenti, continua l’attacco del Governo Renzi alle condizioni di vita materiali della classe lavoratrice e pensionata.


La complessiva controriforma del “mercato” del lavoro, di cui il cosiddetto “Jobs Act” ne è l’atto conclusivo, determina per le nuove generazioni lavoratrici l’impossibilità di ottenere, in un futuro lontano, un trattamento pensionistico dignitoso e non di miseria come invece sarà.


Ma se questo è il futuro funereo che ci attende, il presente non ne è migliore!

Leggi tutto...
 
A Sarzana piccoli tecnoburacrati espropriano .
Scritto da Administrator   
Sabato 30 Maggio 2015 11:56

Leggi “start-up”, “co-working”, immagini idee e macchine al lavoro per creare ricchezza sociale. Senza conflitto. In ambienti asettici. Senza sfruttamento, arriveresti a pensare. Non è così. Il caso di Sarzana è tipico e conferma che l’accumulazione originaria del capitale non è successa una volta per tutte , ma si ripete ogni giorno. Sarzana è la cittadina del mercato antiquario, del buon vivere e del festival della mente. Con zone d’ ombra descritte in questo link.

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Maggio 2015 12:00
Leggi tutto...
 
Una grande lezione di dignità
Scritto da Administrator   
Venerdì 29 Maggio 2015 20:49

Quella che documentiamo è una storia paradigmatica di tante cose: il lavoratore cosciente che si sbatte in fabbrica fino a divenire un problema per il padrone ma sempre inattaccabile sul piano lavorativo ed etico; il padre del padrone (più 2 energumeni) che ad un certo punto gli mettono le mani addosso e lo cacciano per motivi pretestuosi; i colleghi che, spaventati, non testimoniano (lasciandoci a dire il vero in difficoltà); lui che di tornare lì non ne ha più voglia perchè, come dice lui, "ha dignità". Ed è vero. Una piccola grande storia di normalità lavorativa nell'epoca del "jobs act". Massimo rispetto. USI-AIT Parma

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Maggio 2015 21:15
Leggi tutto...
 
SE QUESTE SONO COOPERATIVE…
Scritto da Administrator   
Sabato 23 Maggio 2015 21:46

Quando l’etichetta non è il contenuto

Dinamica Centro Servizi Società Cooperativa Foligno (capitale sociale 383.336,18 €).2013

Valore della produzione 7.391.654 €, utile/perdita 1.160 €. Ricavi 7.387.061 € (2013).

È la “cooperativa” che non ha assunto 2 lavoratori cimiteriali (tra l’altro svantaggiati) protetti da clausola sociale nell’appalto dei servizi cimiteriali di Senigallia dopo aver vinto, seconda classificata, una gara giocata al casinò del massimo ribasso e li ha sostituiti con due interinali flessibili a chiamata all’altrettanto massimo ribasso con la connivenza della amministrazione comunale.

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Maggio 2015 15:32
Leggi tutto...
 
Solidarietà ai lavoratori Alcatel
Scritto da Administrator   
Venerdì 15 Maggio 2015 15:05

La Federazione Provinciale di Trieste dell’Unione Sindacale Italiana esprime la propria totale solidarietà ai lavoratori dell’Alcatel in lotta per la difesa del proprio posto di lavoro. Quella dell’Alcatel è l’ennesima storia di Aziende smantellate, svendute a pescecani esteri o dislocate in altri Paesi, pur in presenza di una costante domanda di mercato che non giustifica nessuna riduzione di produzione.

Leggi tutto...
 
Carrara: la strada del debito
Scritto da Administrator   
Giovedì 14 Maggio 2015 14:59

La strada del debito

 

Di recente è stato approvato il bilancio comunale 2014 di una città mineraria nella Toscana del Nord. Il termine di approvazione era il 30 aprile 2015. 142 milioni i debiti a fine 2014. Il comune, assicura, è in grado di pagare, a partire dagli stipendi.

Leggi tutto...
 
Il futuro di un uomo in ostaggio ...
Scritto da Administrator   
Domenica 10 Maggio 2015 13:52

I comuni si sa (dicono) non hanno soldi. Non è ben chiaro come questo accada, con tutte le gabelle che i cittadino deve pagare, ma tant’è hanno sempre ragione loro.

Gli appalti, cioè l’affidamento di servizi e forniture, sono gli escamotage che  - non solo loro - adottano per risparmiare. Sulla pelle dei lavoratori, ovviamente. I servizi cimiteriali sono uno di questi: un bel mercato che non può fallire, ma molto scomodo perché le norme di sicurezza previste sono lacci e catene che comportano costi, controlli e soprattutto rischi economici a cui – naturalmente- l’ente non può permettersi di esporsi. Niente di meglio che un appalto al massimo ribasso: chi vince vince e poco importa se la ditta o la cooperativa o chi altro non potrà con quella somma garantire tutto quello che è prescritto dal capitolato e dal contratto, a partire dagli stipendi. Importante è che il comune si sbarazzi di ogni responsabilità La sicurezza è delegata in toto, il tipo di contratto idem.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Maggio 2015 05:45
Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 36

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe