Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home
Festa USI/AIT 2013

Leggi tutto...
 
In Gazzetta Ufficiale le semplificazioni sulla pelle dei lavoratori

dl 21-06-13 n 69Nel Consiglio dei Ministri del 21/06/13 è stato varato il Decreto Legge n.69 “Disposizioni urgenti” per il rilancio dell’economia, il cosiddetto “Decreto del fare”.
Il Decreto Legge è stato pubblicato nella medesima giornata sul Supplemento ordinario n. 50/L alla Gazzetta Ufficiale ed è pienamente in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione, cioè dal 22/06/13.
Il testo completo del Decreto è scaricabile qui:

Il Decreto contiene agli articoli 32 e 25 (riportati nel seguito) “semplificazioni” alla normativa relativa alla tutela della salute e della sicurezza (soprattutto al D.Lgs.81/08), che vanno a ridurre ulteriormente le garanzie per i lavoratori.

 

(di Marco Spezia)

 
Scioperi alla Fiat CNH di Modena: una risposta a CISL e UIL

FIAT CNH MODENA; LICENZIAMENTO BLITZ, SCIOPERO DEI SABATI, RISPOSTA ALLA CISL e ALLA UIL

SCIOPERO ANCHE SABATO 22 E 29 GIUGNO 2013.

INIZIAMO DAL LICENZIAMENTO BLITZ DI UN OPERAIO, LA SUA STORIA: per 5 anni Giuseppe Lemma di anni 27 è stato un operaio COME TANTI. Ma purtroppo a causa di forti dolori alla schiena accusati lavorando al montaggio sollevatori (certificato da referti medici – avendo una lombosciatalgia acuta in L5 sanabile solo con intervento chirurgico), e dopo aver chiesto ai suoi responsabili di essere spostato in una postazione consona ai suoi problemi fisici, tutto cambia! Teniamo conto che: Giuseppe fù spostato inizialmente, senza motivo, dal magazzino al montaggio sollevatori, nella cosiddetta “giostra”; conseguentemente i suoi problemi alla schiena aumentano fino al giorno in cui viene effettuata la visita in infermeria di fabbrica e ottiene la NON IDONEITÀ per 1 anno, su quella postazione, firmata dal DOTT. MOLINARI. Peccato che solo dopo 3 GIORNI lo stesso medico aziendale dopo una visita… al reparto sollevatori… decideva INSIEME AI CAPI FIAT DI CAMBIARE IN IDONEITÀ CIO’ CHE ERA INIDONEO, umiliando l’operaio e costringendolo a prendere altri giorni di malattia. In totale contraddizione con la presa di posizione dell’azienda e dei sindacati servi, sull’assenteismo medio, in cui affermano; “detrarre soldi dalla busta paga è necessario perché c’è troppa gente in malattia” (stranamente i dati percentuali che avvalorano la loro tesi restano segreti), salvo poi tenere gli operai con problemi fisici alla schiena in postazioni pesanti, con carichi duri, non parliamo solo dell’operaio Lemma. Morale: “PRIMA TI FACCIO AMMALARE , POI TI TOLGO I SOLDI“! E dopo cosa è successo? Il 23 maggio 2013 l’azienda comunica all’operaio con due lettere spedite direttamente a casa, il licenziamento dello stesso, per il superamento del periodo di comporto di malattia, senza spedire tra l’altro la lettera di preavviso… avevano fretta… E i sindacati? Niente, nulla, patate!!! L’operaio Lemma è stato abbandonato a se stesso. È bene sapere che Giuseppe si è recato nella sede UIL di Modena per vertenza (senza essere iscritto), la loro risposta è stata “Noi non possiamo fare niente”.

 

Leggi tutto...
 
USI-AIT e i lavoratori di Fiat CNH

FIAT CNH MODENA:
assemblea indetta come RSA.

Ieri 20 giugno si è svolta l’ASSEMBLEA DI FABBRICA per informare, dopo tre mesi, gli operai del rinnovo della parte economica del nuovo “ccsl fiat“.
Naturalmente ci hanno raccontato di quanto sia bello ed esclusivo lavorar sotto padron Fiat.
Ci hanno detto che la produzione dei trattori non è in crisi, quindi DOBBIAMO FARE I SABATI OBBLIGATORI…

 

Ci hanno detto che grazie a questo CONTRATTO SPECIFICO DI LAVORO FIAT hanno strappato aumenti di ben 40 euro lordi, in piena crisi e senza scioperi, una montagna di baggianate per coprire la nostra rabbia montante, ma non hanno detto che se ti ammali ti levano soldi dalla busta…

Le contestazioni sono state forti al mattino dove non si son visti i delegati uilm, ma ancora più veemente è stata la contestazione all’assemblea pomeridiana dove sono intervenuti 3 operai del gruppo di fabbrica di 3 reparti diversi, hanno illustrato le loro critiche al ccsl, hanno mandato un saluto di lotta ai valorosi combattenti di Pomigliano (con la speranza che crescano di numero) che hanno picchettato lo stabilimento contro i sabati obbligatori di recupero (cioè pagati ordinari). Tanti operai si sono espressi a favore dello sciopero di questo sabato in protesta proprio a questo ccsl (contratto fiat), contratto di schiavitù permanente.

Continueremo a scioperare sui sabati obbligatori e la prossima settimana faremo noi l’assemblea davanti ai cancelli e potremo analizzare per bene il CCSL NUOVO CHE HANNO FIRMATO.

Leggi tutto...
 
Decreto salva-ILVA: un secondo regalo ai Riva

Stiamo regalando per la seconda volta lo stabilimento siderurgico ai Riva. Come interpretare, diversamente, il decreto appena varato dal governo dei “larghi inciuci” che ha individuato in Enrico Bondi - amministratore delegato dimissionario dell’Ilva – l’uomo giusto a rivestire l’incarico di Commissario Straordinario dello stabilimento?

Solo pochi giorni fa il medesimo soggetto aveva depositato al tribunale del Riesame di Taranto la richiesta di revoca del sequestro di 8,1 miliardi di euro ordinato il 24 maggio scorso dal gip Patrizia Todisco su beni, conti e quote societarie di Riva Fire spa. Possibile – viene da chiedersi retoricamente – che in Italia solo quest’uomo – compromesso con l’attuale, fallimentare, gestione economica ed ambientale - sia in grado di svolgere un compito così delicato? Il nostro si conferma un Paese schizofrenico; a tratti, persino osceno. Un Paese sotto tutela. Incapace di decidere. Asservito, in modo vergognoso, alle consorterie economiche e alle lobby padronali dell’acciaio. Altro che riforme, modernità istituzionale, tutela del lavoro nel rispetto ambientale ecc. Pur di salvare i Riva si è fatto ricorso ad una mostruosità giuridica: il commissariamento a tempo. Una formula ibrida che certifica la squallida partigianeria delle nostre istituzioni: un decreto-legge studiato per garantire la continuità della produzione (non è un caso che sia citata per prima), il risanamento ambientale e la salvaguardia dell’occupazione sono semplici enunciazioni di principio. Ma è davvero così? E’ davvero credibile l’ipotesi – da sempre rilanciata dalla proprietà – che sia possibile risanare l’ambiente continuando a produrre?

Leggi tutto...
 
‭ ‬Accordo sulla Rappresentanza Sindacale:‭ ‬come una corda al collo

E‭’ ‬una vera e propria corda al collo quello dell’accordo siglato fra Cgil,‭ ‬Cisl,‭ ‬Uil e Confindustria sulla Rappresentanza Sindacale il‭ ‬31‭ ‬maggio‭ ‬2013,‭ ‬dove l’autorganizzazione e la conflittualità è stretta ad un cappio che impedisce muovesi contro‭ ‬le regole‭ ‬imposte.
‏ ‎L’aspetto principale dell’accordo è quello che per esercitare il diritto alla Rappresentanza Sindacale si deve sottoscrivere l’accordo stesso.

La conseguenza immediata è che i contratti collettivi nazionali di lavoro,‭ ‬e conseguentemente anche gli accordi di categoria ed aziendali,‭ ‬approvati dalle Organizzazioni Sindacali che rappresentano il‭ ‬50%‭ ‬+‭ ‬1‭ ‬saranno‭ “‬efficaci ed esigibili‭”‬,‭ ‬cioè vincolanti anche per tutti i soggetti sindacali sottoscrittori del Patto e che‭ “‬si impegnano a dare piena applicazione e a non promuovere iniziative di contrasto agli accordi definiti‭”‬.‭ ‬Quindi è vietato promuovere iniziative di lotta,‭ ‬quale lo sciopero,‭ ‬che contrastino contratti e accordi approvati con le modalità di cui sopra,‭ ‬altrimenti si incorre in sanzioni stabilite nei stessi contratti di categoria.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 108 di 124

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe