Scarica e leggi LOTTA di CLASSE in formato PDF

N° 132

ldc131

 


 

Solidarietà Autogestita

ldc131

 


 

 

logo

 

USI antimilitarista

Lavoratori "appaltati"

 

 

http://www.cnt.es/sites/all/themes/cenete/logo.png

http://www.fau.org/box_left/leftbox_030207181443/box_bild

Volumi Centenario USI

IL LIBRO LE FIGURE STORICHE DELL'UNIONE SINDACALE ITALIANA

libroUSI 1

ALMANACCO DI "GUERRA DI CLASSE" 1912-2012

cover Libro USI2clicca sulle immagini per ingrandirle

LEGGI QUI PER ALTRE INFO

Home
Modena presidio antifascista

11 feb 2012 Antifa11 febbraio Presidio Antifascista

Piazza Grande ore 13.

L'Unione Sindacale Italiana-AIT sezione di Modena invita tutti i sindacati antifascisti, tutti i lavoratori e le lavoratrici, tutti i gruppi antifascis

ti, gli spazi sociali, le forze antifasciste e tutti i cittadini a partecipare al presidio antifascista in Piazza Grande sabato 11 febbraio dalle ore 13. Le motivazioni che ci portano ad indire questa scadenza sono molteplici e tutte di egual importanza. Primo, dare solidarietà agli antifascisti modenesi che stanno subendo una dura repressione per aver giustamente cercato di impedire una conferenza che esaltava la marcia su roma.

Leggi tutto...
 
Sgombero!!!!!

Stamattina all'alba è cominciato, a Firenze, lo sgombero dello stabile occupato in via Conciatori n.4, sede tra l'altro dell'Unione Sindacale Italiana (USI-AIT),  del Circolo Anarchico Fiorentino e del "Progetto Conciatori" A questo sgombero è stata opposta resistenza, alcuni compagni sono saliti sul tetto cercando di resistere; mentre le cariche della polizia colpivano i compagni in strada che manifestano contro lo sgombero.

L'Unione Sindacale Italiana condanna come fatto gravissimo l'attacco poliziesco alla sede di un sindacato di lavoratori e ne denuncia il livello di repressione che questo sgombero comporta, a maggior ragione quando ciò avviene ad opera del rappresentante di un partito che si dice dalla parte dei lavoratori.

Leggi tutto...
 
TUTTI GLI OCCHI PUNTATI SU LONGVIEW: UN DANNO A UNO È UN DANNO A TUTTI

14 gennaio 2012
Caro/i amico/i e compagno/i
Stiamo scrivendo per informarvi su un scontro di classe molto grave che va sviluppandosi sulla costa nord-occidentale degli Stati Uniti, imagea Longview (stato di Washington). In questa piccola città, un'azienda internazionale di cereali, la EGT, posseduta congiuntamente dalle tre aziende (la statunitense Bunge Nord America,la Itochu con base in Giappone e la STX Pan Ocean con base in Corea), ha speso 200 milioni di dollari nella costruzione di un nuovo terminale per il carico e scarico dei cereali a regola d’arte.

 

Leggi tutto...
 
Pubblico impiego, analisi e prospettive.

Portare la pubblica amministrazione dal fordismo al postfordismo:è quello che stanno facendo gli ultimi governi. Lo fanno d'autorità:per decreto e aumentando il potere dei dirigenti pubblici. Usano sia strumenti postfordisti, come la misurazione della qualità della prestazione lavorativa, sia fordisti, come la cassa integrazione, per aggirare la rigidità, tutta fordista, dei contratti collettivi nazionali del pubblico impiego e del lavoro pubblico.
Se si accetta la divisione del lavoro per cui una parte di attività di cura,formazione e amministrazione della forza lavoro è svolta da lavoratrici e lavoratori di enti locali, asl, scuola,istituti previdenziali, il passo successivo, per incide sulla realtà, diventa individuare strategia di intervento nel pubblico impiego da parte di anarchici e libertari.Vediamo alcuni punti.
1. Il sistema della pubblica amministrazione è complesso,farraginoso: è una buona cosa per chi sa muoversi. Bisogna intervenire tenendo conto(con Proudhon) che opposizioni e antinomie sono la struttura stessa del sociale, non sono sintetizzabili.
2.Quanto servono i metodi di lotta nella P.A.(spesso esercitati individualmente, slegati da solidarietà e prospettive generali)come l’autoriduzione di tempi e carichi di lavoro? L’intervento sindacale va pensato dentro un patto sociale che lega (per la divisione del lavoro)i dipendenti pubblici ai cittadini. Qualcuno ha scritto che "rifiuto del lavoro e sabotaggio producono innovazione". Se poteva valere nella fabbrica fordista, nella Pubblica amministrazione ai tempi della società dell'informazione ha prodotto Brunetta e il linciaggio dei dipendenti pubblici tutti.

3.I contratti collettivi nazionali e spesso quelli aziendali fotografano la lotta di classe nella P.A.. E' una lotta dall'alto verso il basso. Le risorse economiche sono spostate a dirigenti, vicedirigenti, ceto sindacale, tecnici, politici. E' ignorata l'idea che il lavoro sia una fatto sociale, un prodotto collettivo cui concorrono tutti perché è un'idea che porta all'egualitarismo.
4.L'egualitarismo e la vera guerra continua agli sprechi sono due punti da sviluppare da parte del sindacato di base libertario. I CCNL danno (limitati )strumenti di recupero di reddito (banca delle ore)e, in sede decentrata, di redistribuzione del reddito ( qui entra in gioco la burocrazia confederale che controlla le RSU). Gruppi aziendali e sezioni provinciali possono svolgere funzione di analisi e intervento nella complessità da dentro le aziende pubbliche e dall'esterno.

 

5.La P.A. farraginosa e complessa produce mancanza di senso in chi ci lavora. Al contrario, fare società, politiche per contrastare anomia, individualismo, povertà materiale e morale, creare senso e identità è una direttrice di intervento da non sottovalutare neppure nelle PP. AA. .

Leggi tutto...
 
Chi arma la mano di casa Pound

Quello che è successo a Firenze non appartiene agli eventi casuali. Tanto meno possiamo liquidarlo come un'azione di un folle. E lo diciamo subito, a fiuto, che i fatti potrebbero non essere andati come da subito le versioni istituzionali hanno dichiarato sbrigativamente.
1)   casa Pound a Pistoia , frequentata da Gianluca Casseri, è nata e cresciuta sotto l'occhio protettivo  delle istituzioni democratiche e difesa  della questura.   Nel 2009 A Pistoia ci fu una manifestazione antifascista per riaffermare che il fascismo non poteva pretendere di essere normalizzato, e fini in una assemblea alla casa del popolo vicino la sede di Casa Pound.  In contemporanea ci fu una visita di ignoti alla stessa casa  Pound e subito dopo la questura invase la casa del Popolo sequestrando  ed identificando tutti i partecipanti alla assemblea  A caldo nessuno dei fermati fu riconosciuto dai poundiani. Ma qualche giorno dopo , i testimoni riconoscevano alcuni compagni e ci furono arresti. La montatura fu subito evidente come fu subito evidente la collusione fra questurini, DIGOS e casa Pound. Uno dei denunciati è aderente all'USI.

2 E' mai possibile che la questura lavori con una lena incredibile fino a concretizzare  i suoi supposti  ragionamenti  ed arrivi ad incriminare fior fior di terroristi anarchici antifascisti, saccheggiatori e devastatori, proprio di casa Pound?

3 E come è possibile che un individuo che non ha mai nascosto i suoi “sdoganati pensieri democratici” avesse dichiarata un arma così pesante  così per sport?.Quando per avere un arma si deve essere sottoposti ad una serie di valutazioni  di merito da parte di uffici preposti? Una 357 Magnum è un delle pistole più potenti.

Leggi tutto...
 
UN PAESE IN RIVOLTA, LA POLIZIA CARICA E PICCHIA ANCHE I BAMBINI !!!!!!!

Si apre con violenti scontri e con una tensione altissima la seconda giornata di manifestazioni pacifiche contro l’abbattimento di tre immobili abusivi in località Fusaro/Torregaveta.

Stamane all’arrivo delle ruspe e di un grosso quantitativo di poliziotti, i cittadini presenti al presidio hanno formato un cordone umano davanti l’abitazione dei fratelli Cardamuro. Donne e bambini con mani alzate formavano la testa del cordone.

Le forze dell’ordine hanno caricato i manifestanti rompendo il cordone, manganellando donne e bambini in modo violento. Un bimbo ha ricevuto una manganellata in pieno volto che gli ha causato la rottura dei denti, numerosi sono i cittadini sanguinanti e picchiati anche da più poliziotti contemporaneamente che hanno dovuto recarsi al vicino presidio ospedaliero di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli.

La tensione è salita alle stelle: la polizia ha poi lanciato lacrimogeni e sassi a cui hanno risposto in egual misura i manifestanti presenti.

I fratelli Cardamuro si sono adesso barricati in casa con bombole di gas e taniche di benzina minacciando di farsi saltare in aria con la propria abitazione.

ORE 9:00 – Giunti sul luogo il parroco e il vescovo. Si sono interposti tra i manifestanti e le forze dell’ordine per celebrare una messa all’aperto.

ORE 9:10 – Sono poco sotto il migliaio i manifestanti presenti sul luogo delle demolizioni. Anche per oggi si annuncia una chiusura per solidarietà di numerosi esercizi commerciali

ORE 9: 30 – Sono almeno quattro i manifestanti che sono stati trasportati al vicino ospedale di Santa Maria delle Grazie in Pozzuoli

ORE 9:40 – Sequestrate telecamere e telefonini di manifestanti che filmavano quanto accadeva. Aggredito anche un operatore di montediprocida.com

Articolo sulla questione abbattimenti a Bacoli su Repubblica:

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2011/12/15/news/bacoli_rivolta_contro_le_ruspe_e_il_sindaco_si_dimette-26679986/

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 Succ. > Fine >>

Pagina 120 di 127

Scarica l'app dell'AGENDA ROSSONERA 2017

http://www.agendarossonera.org/

copertina

USI: metodo e azione anarcosindacalista

Pagina Facebook


 

Pagina Lotta di Classe